A Lampedusa stop alla plastica monouso

Da fine agosto vietata la vendita e l'utilizzo di contenitori e stoviglie monouso non biodegradabili

IDurante un convegno sulla pesca tenutosi nel Palazzo dei Normanni a Palermo, un’ordinanza del 2 luglio di Salvatore Martello, sindaco delle isole di Lampedusa e Linosa, annuncia che saranno vietate la vendita e l’utilizzo di contenitori e stoviglie monouso non biodegradabili; lo stesso varrà per gli shopper, i sacchetti per asporto merci in polietilene.
Seguendo il virtuoso esempio delle Isole Tremiti, si pone con un anno di anticipo rispetto alla messa al bando da parte dell’Unione Europea.
La decisione è mossa da molteplici obiettivi, tra i quali la facilitazione della raccolta differenziata, la limitazione dell’inquinamento da plastiche nel nostro mare, e una maggiore tutela di tutte le attività legate alla pesca.

Gli abitanti dovranno adattarsi a questo cambiamento entro il 31 agosto

Gli abitanti delle Isole Pelagie dovranno adattarsi a questo cambiamento entro il 31 agosto, sostituendo il materiale finora usato per bicchieri, posate, piatti e sacchetti usa e getta in carta, tela o altro materiale a minor impatto sull’ambiente.
Il sindaco aggiunge inoltre: «Capisco che per cittadini, turisti, attività commerciali ed artigianali sarà una “piccola rivoluzione” ma è un provvedimento necessario: tutti noi dobbiamo imparare ad adottare nuove abitudini quotidiane per rispettare l’ambiente e migliorare la qualità della vita».

Durante il convegno, il sindaco, riconoscendo il ruolo fondamentale dei pescatori per la loro conoscenza del territorio e volontà di salvaguardarlo, spiega che fervono i preparativi per la creazione di un sistema che incentivi la raccolta di plastiche trovate in mare per un loro ricollocamento presso appositi siti. Sottolinea inoltre la pericolosità delle lenze e delle reti fantasma, ovvero quelle rotte che si ritrovano nei fondali.
Si prospetta dunque un futuro più responsabile e rispettoso per gli abitanti di quei luoghi, nonché nella sensibilizzazione di tutti i turisti che passano ogni anno per godere di un ambiente che sarebbe ancora più splendido senza i rifiuti ritrovati in mare ogni giorno.

Si prospetta un futuro più responsabile e rispettoso per gli abitanti e i luoghi

Effettua il login