“10 Rivers 1 Ocean” – Una nuova frontiera nell’esplorazione della conoscenza

Con “10 Rivers 1 Ocean”, il nostro ambasciatore Alex Bellini navigherà i 10 fiumi più grandi del pianeta per raggiungere la Great Pacific Garbage Patch

I

“10 Rivers 1 Ocean” nasce dall’esigenza di documentare la crescente problematica dell’inquinamento da plastica nei nostri oceani. Alex Bellini, ispiratore di migliaia di professionisti, imprenditori e sportivi, in quasi 20 anni di esperienza diretta, ha percorso Sahara e Alaska in autosufficienza, ha attraversato Atlantico e Pacifico a remi in solitaria, ha coperto il coast-to-coast negli USA di corsa e, ormai molto attento al problema sostenibilità e consapevole della necessità dell’impegno fattivo di ogni singolo essere umano, si è spinto ad attraversare il più vasto ghiacciaio d’Europa, il Vatnajokul, in Islanda, per dimostrare i gravi effetti dell’intervento dell’uomo sul clima. Da questa esperienza cresce il suo interesse e il senso di urgenza riguardo la necessità di intervento per arrestare la grave crisi ambientale già in atto fino a portarlo ad impegnarsi nel progetto esplorativo 10 Rivers, 1 Ocean, che, partito dall’India, lo sta portando a navigare lungo i 10 fiumi più inquinati di plastica al mondo per favorire un nuovo senso di comprensione e rispetto per il nostro Pianeta e per l’ambiente più minacciato: l’acqua.

«Una vera e propria esplorazione volta a documentare e stimolare nuove ed entusiasmanti soluzioni in grado di risolvere l’imminente crisi ambientale»
Plastica e Oceano

Alex Bellini attraverserà i 10 fiumi a bordo di un’imbarcazione interamente costruita sul posto con materiali di scarto «Arriverò nei luoghi prescelti portandomi solo alcuni strumenti – ha spiegato Alex – e raccoglierò dalle sponde dei fiumi materiali abbandonati o di recupero. Mi costruirò una zattera di volta in volta, fiume dopo fiume. Ognuna di queste imbarcazioni sarà lo specchio delle abitudini delle persone che vivono sul luogo». Lo farà con il sostegno e la collaborazione di importanti partner che vogliono agire per il cambiamento e la salvaguardia del nostro Pianeta

10 Rivers 1 Ocean” nasce con l’intenzione di documentare come le nostre abitudini riescano ad avere un impatto anche su luoghi all’estremo opposto del mondo. Una missione con l’importante esigenza di raccontare come l’ecosistema vada ascoltato e soccorso, perché “Non esiste un PLANet B” – non abbiamo un pianeta di riserva. «Vorrei creare un movimento nuovo – dice infatti Alex -, aiutare le persone a uscire da vite automatiche con gesti automatici, come quelli sui rifiuti. Quando invece dovremmo diventare più consapevoli e domandarci: cosa stiamo facendo?».

Otto Tonnellate

Secondo la ricerca del Christian Schmidt Helmholtz Center for Environmental Research di Lipsia, sono 8 le tonnellate di rifiuti plastici galleggianti che ogni giorno si riversano nel mare, contribuendo così all’80% dell’inquinamento degli oceani. Questi detriti, spinti dalle forti correnti che attraversano il pianeta, si raggruppano poi nelle famigerate isole di plastica, la più famosa delle quali è il Great Pacific Garbage Patch, a largo delle Hawaii, che è grande tre volte la superfice della Francia.

Ed è questa una delle mete di Alex Bellini: documentare questo luogo fatto di rifiuti che molte persone al mondo non hanno mai visto, o nemmeno sentito nominare.

Ripercorrendo il tragitto dei milioni di pezzi di plastica l’obiettivo è di favorire un nuovo senso di comprensione e rispetto per il Pianeta e per gli specchi d’acqua, ovvero per l’ambiente terrestre più prezioso che oggi è anche il più minacciato in assoluto.

Photo Credits Mauro Talamonti: Facebook – Instagram – Twitter

“Un problema ecologico ed economico che riguarda la salute di tutti noi”

Effettua il login