I mozziconi di sigaretta sono i rifiuti più diffusi al mondo

La mancanza di regolazioni sullo smaltimento, insieme a molta disinformazione hanno reso i mozziconi uno degli inquinanti più diffusi sul pianeta

I mozziconi di sigaretta sono uno dei rifiuti maggiormente prodotti dall’uomo, specialmente se in un contesto di inquinamento sulle nostre spiagge.

Per questo da quest’anno molte amministrazioni comunali italiane hanno deciso di adottare dei piani per la tutela del mare e delle spiagge che prevede il divieto di fumo, con multe molto salate per chi verrà colto a violare le regole. Sempre più Comuni stanno adottando questo tipo di iniziative per proteggere l’ambiente, considerando che i mozziconi di sigaretta, che spesso vengono spenti e lasciati sulla sabbia, sono tra i rifiuti maggiormente nocivi e più difficili da smaltire.

Per esempio, il Comune di Anzio (uno dei primi ad adottare queste nuove legislazioni) ha deciso di vietare le sigarette in spiaggia, con l’ordinanza che è entrata in vigore lo scorso 1 giugno. Ad ufficializzare le ordinanze plasticfree e no-smoke è stato il primo cittadino Candido De Angelis in una nota ufficiale: “Dal 1 giugno, nell’ambito del progetto – viviamo e respiriamo il mare di Anzio Bandiera Blu -, le nostre spiagge – afferma il Vicesindaco con delega all’ambiente, Danilo Fontana – saranno plastic-free, con il divieto di vendere e distribuire prodotti in contenitori e stoviglie monouso non biodegradabili e no-smoke, con il divieto di fumare nelle spiagge libere ed in concessione. L’Ordinanza no-smoke, inoltre, è estesa nelle aree soggette a tutela naturalistica, quali la R.N.R. di Tor Caldara e nei Parchi pubblici e convenzionati, anche al fine di prevenire il rischio di incendi”.

“Ogni anno la maggior parte dei 5,6 mila miliardi di sigarette prodotte nel mondo vengono realizzate con filtri fatti di acetato di cellulosa”
Mozziconi di plastica

Uno dei problemi inerenti a questo genere di inquinamento è la disinformazione sulle materie prime che vanno a comporre i mozziconi di sigaretta. In molti tendono a pensare che questi filtri siano prodotti in derivati del cotone, quindi facilmente biodegradabili, ma in realtà questi posseggono grandi quantità di cellulose di derivazione plastica che, biodegradandosi, rilasciano infatti un’alta concentrazione di microfibre e microplastiche nell’ambiente. Ogni anno la maggior parte dei 5,6 mila miliardi di sigarette prodotte nel mondo vengono realizzate con filtri fatti di acetato di cellulosa, un tipo di plastica che può impiegare dai dieci anni in su a decomporsi. Secondo Nbc News , due terzi di questi filtri vengono gettati ogni anno in maniera irresponsabile nell’oceano. La mancanza di regolazioni sullo smaltimento di questo piccolo ma onnipresente inquinante è forse la ragione per cui molti ambientalisti si riferiscono ai mozziconi di sigaretta come “il contaminante più diffuso al mondo”.

Un importante inquinante

In America, in molti si stanno attivando per attivare la corretta gestione dei filtri di sigaretta:

È chiaro che i filtri non rappresentano nessun beneficio per la salute, sono solo uno strumento di marketing che ha reso il fumo più facile per i consumatori“, ha detto Thomas Novotny, professore di sanità pubblica presso la San Diego State University “Un inquinante importante,

che si traduce spesso con un gigantesco spreco di plastica. Mi sembra chiaro che non possiamo continuare a permetterci di inquinare a questo modo”.

La città di San Francisco si è spinta a includere una commissione di 60 centesimi per ogni pacchetto venduto, per raccogliere circa 3 milioni di dollari all’anno e contribuire a coprire i costi di pulizia dei mozziconi di sigarette.

Ma non tutti i mozziconi sono uguali, negli ultimi anni sono molte le compagnie che hanno investito nella produzione di filtri ecosostenibili, e oggigiorno è facilissimo comprare filtri in carta completamente biodegradabile.

La cura dell’ambiente e delle nostre spiagge è una delle maggiori preoccupazioni di Save The Planet, per questo la nostra ONLUS ha scelto di prendere parte a Domenica No Plastic, un’iniziativa che si prende cura del ripulire le nostre spiagge da tutti i generi di rifiuti, mozziconi di sigaretta inclusi. Per contribuire a questo progetto, basta visitare la nostra pagina dedicata.

Oppure, scegli di donare il tuo 5X1000 a Save The Planet, per aiutarci a contrastare l’inquinamento del nostro pianeta.

"È chiaro che i filtri non rappresentano nessun beneficio per la salute, sono solo uno strumento di marketing che ha reso il fumo più facile per i consumatori"

Effettua il login