Riciclare la carta

Il presente e il futuro del riciclo della carta

I

Tutti noi quotidianamente utilizziamo notevoli quantità di carta: giornali, riviste, quaderni, volantini, carta per appunti, sacchetti alimentari ed imballaggi di vario genere. Senza contare gli innumerevoli scatoloni contenenti elettrodomestici o semplicemente le scatole da scarpe. Tuttavia, la carta è biodegradabile e non inquina l’ambiente al pari degli altri rifiuti (come ad esempio la plastica). L’importanza della riduzione degli sprechi e del riciclo di questo materiale non deriva infatti dall’impatto ambientale che la carta produce come rifiuto. Allora perché è fondamentale riciclarla? Riciclare la carta significa valorizzarla, per tre ragioni principali:

  • diminuisce la quantità di alberi tagliati;
  • contribuisce a salvaguardare il Pianeta;
  • produce materiali nuovi ed innovativi.

Se incontrollato, il nostro consumo sarà sempre superiore alla quantità di materia prima disponibile e quindi di alberi.
Più ricicliamo, meno alberi abbattiamo

Riciclare significa rilavorare i rifiuti cartacei per produrre una nuova “materia prima seconda”. In primo luogo quindi riciclare la carta ci permette di salvare gli alberi: recuperando una tonnellata di cellulosa dai rifiuti cartacei, possiamo salvare tre alberi di 20 metri. In secondo luogo, la filiera produttiva legata alla trasformazione della cellulosa vergine necessita di un enorme quantità di acqua e di energia. Ad esempio, per produrre una tonnellata di carta vengono abbattuti 15 alberi e vengono consumati circa 440 mila litri d’acqua e circa 7.500 kW di elettricità.

Per questo motivo, è importante che gli scarti cartacei, che in Italia rappresentano il 30% dei rifiuti totali, rappresentino una risorsa utilizzabile. Di questa percentuale, il 64% viene riciclato, il 14% bruciato per produrre energia e il 22% gettato nelle discariche.

Quindi, riciclare la carta è un’attività indispensabile per salvare il nostro Pianeta, perché riduce drasticamente il consumo e lo sfruttamento delle materie prime, lo spreco di energia e l’emissione di gas serra nell’atmosfera; inoltre trasforma un processo lineare in uno circolare. Il percorso della carta infatti non inizia più nella foresta e non termina più nella discarica: il riciclo innesca un movimento circolare, il quale prevede che una parte della carta scartata venga rielaborata per poi tornare nuovamente in commercio. Questo movimento circolare, se ripetuto più volte è in grado di ridurre notevolmente lo sfruttamento delle risorse naturali.

Il riciclo che fa tendenza

Noi possiamo vivere e continuare la nostra attività produttiva tentando il più possibile di rispettare il nostro Pianeta, l’eredità indispensabile ed inestimabile per le generazioni future.

L’impiego di materiali riciclati nei diversi settori produttivi ed industriali è una nuova realtà che ci sorprende spesso con concept innovativi ed originali, nel campo dell’architettura, del design e persino nel mondo dell’edilizia. Uno degli esempi più sorprendenti è la Recycled Cardboard Bicycle, una bicicletta ispirata agli origami giapponesi e realizzata dall’imprenditore Izhar Gafni. Questo piccolo gioiello di sostenibilità è solido e resistente (sopporta fino a 140 kg) grazie agli spessi strati di cartone che costituiscono il telaio, le ruote, il manubrio e il sellino. La bici è inoltre impermeabile, perché ricoperta di una speciale pellicola e molto economica (produrla costa dai 9 ai 12 euro): le altre componenti sono realizzate a partire da bottiglie di plastica e pneumatici riciclati. L’innovazione arriva anche nel campo edilizio con Rappapala, un materiale composto al 50% di carta riciclata e poliestere, facilmente utilizzabile per realizzare pavimentazioni e pareti esterne. La carta riciclata può diventare anche un materiale d’arredo ed essere utilizzata per realizzare mobili ecosostenibili ed economiciBelli, ecologici, economici e solidi: queste le qualità di tutti i prodotti edili e di design realizzati a partire da materiale cartaceo riciclato.

Scegliere la carta riciclata rappresenta un atto di amore e di rispetto verso il nostro Pianeta

Effettua il login