#greentourstp

Perché
il colibrì?

Il tuo sostegno è fondamentale per gli obiettivi di Save the Planet. Aderisci ai nostri progetti e partecipa alle nostre attività, informati insieme a noi e trasforma la tua visione in azioni e soluzioni concrete. Il nostro pianeta è la casa di tutti. Segui il colibrì.

Un’antica leggenda africana narra che un giorno, in una foresta, scoppiò un incendio devastante che fece fuggire tutti i suoi abitanti animali. Ad un tratto, un fiero leone vide un colibrì che volava tutto indaffarato nella direzione del tremendo incendio. Il leone, preoccupato per la vita del piccolo uccellino, tentò di fermarlo ed avvisarlo del pericolo, per fargli cambiare direzione. Ma il coraggiosissimo colibrì rispose che c’era bisogno del suo aiuto per riuscire a spegnere l’incendio. Il leone, meravigliato, replicò che la singola goccia d’acqua che trasportava con il suo becco non sarebbe stata sufficiente a sedare il grande incendio. Allora il colibrì, sempre più deciso, disse al re della foresta: «Io faccio la mia parte e questo crea la differenza».

2586

Giorni

23

Ore

46

Minuti

14

Secondi

2030
#yousavetheplanet

Attività e progetti

Cantiere Green

Producendo in grande quantità emissioni di gas climalteranti, l’edilizia è un settore molto inquinante. Il protocollo Cantiere Green di Save the Planet agisce a monte di questa filiera, diminuendo di almeno il 43% la CO2 che produrrebbe il cantiere. Il marchio registrato di Cantiere Green, rilasciato solo al superamento dei requisiti necessari, può essere esposto sul cartello di cantiere per comunicare agli stakeholder che quello è un cantiere a bassa emissione di gas nocivi per la salute terrestre.

Respiro sul mondo

Save the Planet e CDO Opere Sociali hanno voluto investire su una cultura che educhi i più giovani al rispetto e alla tutela della biodiversità in uno dei luoghi verdi più importanti della Terra.

Si tratta della Scuola agricola Rainha dos Apostolos di Manaus. Con il tuo contributo, sosterrai l’attività formativa che qui si svolge e l’acquisto di alberi da frutto per la tenuta dell’istituto. Al suo interno sono ospitate anche le scuole primarie e durante il giorno gli spazi sono abitati da circa 450 bambini e ragazzi. La scuola agricola vera e propria insegna a circa 120 ragazzi di età compresa tra i 14 e i 18 anni a coltivare la terra e ad allevare gli animali. La particolarità di questa realtà è che tutte le tecniche che i ragazzi apprendono qui sono perfettamente in linea con il rispetto del complesso ecosistema amazzonico e sono riproducibili nei paesi e nei villaggi da cui i ragazzi arrivano. 

CO2RISPARMIATA 9876
Tuscany's Breath
12/00/2022

Le foreste mugellane, con le loro specie autoctone, rappresentano uno dei polmoni verdi della Toscana. 

Ciononostante, il bisogno di manutenzione e ripristino del bosco (anche a seguito di incendi boschivi avvenuti recentemente) fanno sì che si possa creare un progetto di afforestazione e riforestazione utile a neutralizzare le emissioni di CO2. 

“Tuscany’s breath” è una collaborazione tra terzo settore, privato e pubblico che ha come scopo quello di piantare nuovi alberi sul territorio comunale per contribuire alla riduzione delle emissioni climalteranti, al miglioramento dell’ambiente urbano e della qualità dell’aria.

Cantiere Green

Producendo in grande quantità emissioni di gas climalteranti, l’edilizia è un settore molto inquinante. Il protocollo Cantiere Green di Save the Planet agisce a monte di questa filiera, diminuendo di almeno il 43% la CO2 che produrrebbe il cantiere. Il marchio registrato di Cantiere Green, rilasciato solo al superamento dei requisiti necessari, può essere esposto sul cartello di cantiere per comunicare agli stakeholder che quello è un cantiere a bassa emissione di gas nocivi per la salute terrestre.

Respiro sul mondo

Save the Planet e CDO Opere Sociali hanno voluto investire su una cultura che educhi i più giovani al rispetto e alla tutela della biodiversità in uno dei luoghi verdi più importanti della Terra.

Si tratta della Scuola agricola Rainha dos Apostolos di Manaus. Con il tuo contributo, sosterrai l’attività formativa che qui si svolge e l’acquisto di alberi da frutto per la tenuta dell’istituto. Al suo interno sono ospitate anche le scuole primarie e durante il giorno gli spazi sono abitati da circa 450 bambini e ragazzi. La scuola agricola vera e propria insegna a circa 120 ragazzi di età compresa tra i 14 e i 18 anni a coltivare la terra e ad allevare gli animali. La particolarità di questa realtà è che tutte le tecniche che i ragazzi apprendono qui sono perfettamente in linea con il rispetto del complesso ecosistema amazzonico e sono riproducibili nei paesi e nei villaggi da cui i ragazzi arrivano. 

Respiro sul mondo

Save the Planet e CDO Opere Sociali hanno voluto investire su una cultura che educhi i più giovani al rispetto e alla tutela della biodiversità in uno dei luoghi verdi più importanti della Terra.

Si tratta della Scuola agricola Rainha dos Apostolos di Manaus. Con il tuo contributo, sosterrai l’attività formativa che qui si svolge e l’acquisto di alberi da frutto per la tenuta dell’istituto. Al suo interno sono ospitate anche le scuole primarie e durante il giorno gli spazi sono abitati da circa 450 bambini e ragazzi. La scuola agricola vera e propria insegna a circa 120 ragazzi di età compresa tra i 14 e i 18 anni a coltivare la terra e ad allevare gli animali. La particolarità di questa realtà è che tutte le tecniche che i ragazzi apprendono qui sono perfettamente in linea con il rispetto del complesso ecosistema amazzonico e sono riproducibili nei paesi e nei villaggi da cui i ragazzi arrivano. 

Tuscany's Breath

Le foreste mugellane, con le loro specie autoctone, rappresentano uno dei polmoni verdi della Toscana. 

Ciononostante, il bisogno di manutenzione e ripristino del bosco (anche a seguito di incendi boschivi avvenuti recentemente) fanno sì che si possa creare un progetto di afforestazione e riforestazione utile a neutralizzare le emissioni di CO2. 

“Tuscany’s breath” è una collaborazione tra terzo settore, privato e pubblico che ha come scopo quello di piantare nuovi alberi sul territorio comunale per contribuire alla riduzione delle emissioni climalteranti, al miglioramento dell’ambiente urbano e della qualità dell’aria.

Cantiere Green

Producendo in grande quantità emissioni di gas climalteranti, l’edilizia è un settore molto inquinante. Il protocollo Cantiere Green di Save the Planet agisce a monte di questa filiera, diminuendo di almeno il 43% la CO2 che produrrebbe il cantiere. Il marchio registrato di Cantiere Green, rilasciato solo al superamento dei requisiti necessari, può essere esposto sul cartello di cantiere per comunicare agli stakeholder che quello è un cantiere a bassa emissione di gas nocivi per la salute terrestre.

Leggi il Blog

Mediterraneo in fiamme… Caldo, incendi e cambiamento climatico
19/07/2022
Anche questa estate si ripete il Mediterraneo Burning. Al grande caldo – con l’anticiclone Apocalisse che persiste sull’Europa – si accompagnano immancabilmente gli incendi.
Alte temperature, crisi climatica e la necessità di ripensare il mondo del lavoro
22/06/2022
Nel 2014 in Francia andarono in onda delle finte previsioni del meteo per un immaginario 21 giugno 2050. L’annunciatrice aveva alle spalle la classica mappa del Paese con il bollettino delle temperature: Parigi 40°, Marsiglia 44°, Lione 43°, ecc…
Valeria Barbi e il progetto We Are Nature Expedition
19/04/2022
Dall’Alaska all’Argentina, un viaggio di un anno per documentare la crisi ecologica e la perdita di biodiversità.
Save the Planet con JTI per un intervento che coniuga ambiente e sociale per Bergamo
17/03/2022
Save the Planet e JTI, nell’ambito delle iniziative “Città Sostenibili 2021”, hanno coniugato l’attenzione al tema della sostenibilità ambientale con quello della violenza sulle donne.
Mediterraneo in fiamme… Caldo, incendi e cambiamento climatico
19/07/2022
Anche questa estate si ripete il Mediterraneo Burning. Al grande caldo – con l’anticiclone Apocalisse che persiste sull’Europa – si accompagnano immancabilmente gli incendi.
Alte temperature, crisi climatica e la necessità di ripensare il mondo del lavoro
22/06/2022
Nel 2014 in Francia andarono in onda delle finte previsioni del meteo per un immaginario 21 giugno 2050. L’annunciatrice aveva alle spalle la classica mappa del Paese con il bollettino delle temperature: Parigi 40°, Marsiglia 44°, Lione 43°, ecc…
Valeria Barbi e il progetto We Are Nature Expedition
19/04/2022
Dall’Alaska all’Argentina, un viaggio di un anno per documentare la crisi ecologica e la perdita di biodiversità.
Save the Planet con JTI per un intervento che coniuga ambiente e sociale per Bergamo
17/03/2022
Save the Planet e JTI, nell’ambito delle iniziative “Città Sostenibili 2021”, hanno coniugato l’attenzione al tema della sostenibilità ambientale con quello della violenza sulle donne.

I nostri colibrì d'onore

Norbert Lantschner
IL "PADRE" DELL' EDILIZIA SOSTENIBILE
Alex Bellini
L'ESPLORATORE ESTREMO
The Sun
ROCK BAND
Luca Bracali
AMBASCIATORE PER LA VITA
Vincenzo Venuto
CONDUTTORE E BIOLOGO
Betty Colombo
FOTOGRAFA DEL DIVENIRE
Valeria Barbi
ESPERTA DI BIODIVERSITÀ E CAMBIAMENTI CLIMATICI
Fra Indi
Norbert Lantschner
IL "PADRE" DELL' EDILIZIA SOSTENIBILE
Alex Bellini
L'ESPLORATORE ESTREMO
The Sun
ROCK BAND
Luca Bracali
AMBASCIATORE PER LA VITA
Vincenzo Venuto
CONDUTTORE E BIOLOGO
Betty Colombo
FOTOGRAFA DEL DIVENIRE
Valeria Barbi
ESPERTA DI BIODIVERSITÀ E CAMBIAMENTI CLIMATICI
Fra Indi
Norbert Lantschner
IL "PADRE" DELL' EDILIZIA SOSTENIBILE
Alex Bellini
L'ESPLORATORE ESTREMO
The Sun
ROCK BAND
Luca Bracali
AMBASCIATORE PER LA VITA
Vincenzo Venuto
CONDUTTORE E BIOLOGO
Betty Colombo
FOTOGRAFA DEL DIVENIRE
Valeria Barbi
ESPERTA DI BIODIVERSITÀ E CAMBIAMENTI CLIMATICI
Fra Indi

I nostri sostenitori