Blog

  • Gennaio 23, 2020

    La riduzione delle emissioni in atmosfera è una questione (di) capitale.

    La COP25 di Madrid a dicembre si è chiusa con un fallimento dei negoziati sul taglio delle emissioni in atmosfera. I motivi sono legati all’alto approvvigionamento di energia da fonti fossili sia per economie emergenti come Cina e Brasile, sia per economie mature quali l’Australia, gli USA e i paesi dell’Europa Centrale. Solo l’Unione Europea si è impegnata a trovare […]

    Leggi di più
  • Gennaio 11, 2020

    Da Vogue a Pitti Uomo la moda sceglie la sostenibilità ambientale.

    Questo mese la copertina di Vogue Italia ha scelto per la prima volta di avere un’illustrazione e non una fotografia. Otto artisti italiani, dalla pittura al fumetto, si sono messi all’opera creando una storia di moda per la rivista senza viaggiare, spedire e inquinare, come spiega nel suo editoriale Emanuele Farneti. Allo stesso modo la copertina di Vogue UK è […]

    Leggi di più
  • Gennaio 8, 2020

    Cosa dice la scienza sugli incendi in Australia?

    A cura di Giorgio Vacchiano, ricercatore e docente in gestione e pianificazione forestale all’Università Statale di Milano UPDATE: la notizia sui 183 “piromani” è stata smentita: https://www.theguardian.com/…/police-contradict-claims-spre…. SVEGLIA, GENTE! 1) Quanto territorio è in fiamme? Gli incendi hanno percorso da ottobre a oggi circa 8 milioni di ettari di territorio tra New South Wales, Victoria, Sud Australia e Queensland – una […]

    Leggi di più
  • Gennaio 6, 2020

    Il disastro annunciato degli incendi in Australia

    Dal 5 dicembre al 5 gennaio gli incendi in Australia hanno causato 24 vittime, centinaia di feriti, 300.000 sfollati e, dati dell’Università di Sydney, sono morti circa 500 milioni di animali che hanno visto ridurre del 30% del loro habitat. Quando l’ultimo dei grandi roghi che stanno devastando l’isola-continente sarà domato e inizierà la conta dei disastri, il premier conservatore […]

    Leggi di più
  • Dicembre 13, 2019

    COP 25, chiusa con un fallimento la Conferenza ONU sul clima. Solo l’Unione Europea ha trovato l’accordo sulla neutralità climatica.

    È sempre l’ultima chiamata per il clima… Fino alla prossima chiamata. Potremmo sintetizzare così il fallimento della chiusura della COP25, quella in cui le grandi nazioni inquinanti dovevano prendersi le loro responsabilità. Non è stato così e i colpevoli principali per il non accordo sono da ricercare in Brasile e Australia. Nessun testo condiviso sul taglio delle emissioni. Con questa […]

    Leggi di più
  • Dicembre 6, 2019

    Di cosa si parla alla Conferenza ONU per il Clima? La COP25 in pillole

    Con l’arrivo a Madrid di Greta Thunberg, simbolo del ruolo della società civile che oggi darà vita ad una grande manifestazione, si è completato il quadro dei principali protagonisti della 25esima edizione della conferenza ONU. Gli USA si sono fatti notare per la loro assenza (la speaker dei Democratici Nancy Pelosi ha fatto visita, ma a titolo non ufficiale), la […]

    Leggi di più
  • Dicembre 3, 2019

    Ecco il mio gesto da imprenditore per un Natale senza gas serra

    Intervista a Massimo Bismuto, Presidente di T4T, che quest’anno ha deciso di lanciare un nuovo prodotto in sinergia con Save The Planet Onlus    

    Leggi di più
  • Dicembre 2, 2019

    Oggi via alla COP25 di Madrid con il sostegno del Parlamento Europeo che ha dichiarato l’emergenza climatica.

    La scorsa settimana da Strasburgo si è ufficialmente chiesto alla Commissione che valuti tutte le sue proposte legislative e di bilancio in linea con l’obiettivo di limitare il riscaldamento globale al di sotto di +1.5 °C. Con l’occasione della Conferenza ONU sul Cambiamento Climatico, esorta i rappresentanti dei governi europei a presentare una strategia per raggiungere il 55% di riduzioni […]

    Leggi di più
  • Novembre 27, 2019

    Il Climate Strike e l’effetto colibrì

    A quella vista un elefantino, che fino a quel momento era rimasto al riparo tra le zampe della madre, immerse la sua proboscide nel fiume e, dopo aver aspirato quanta più acqua possibile, la spruzzò su un cespuglio che stava ormai per essere divorato dal fuoco. Anche un giovane pellicano, lasciati i suoi genitori al centro del fiume, si riempì […]

    Leggi di più

CARICA ALTRE NEWS

pagina 01/17

Effettua il login